fbpx
Medicina Estetica

Ginecologia estetica e non solo grazie al Femilift

incontinenza urinaria femminile

I problemi vaginali di una donna possono essere innumerevoli e non sempre si conoscono bene o si sa come e quando si può intervenire per migliorare la situazione o curarla. Vi raccontiamo a tal proposito FEMILIFT.

La fine del periodo di fertilità di una donna porta spesso con sé disturbi come atrofia, secchezza e infezioni ricorrenti, incontinenza urinaria femminile e lassità vaginale

La menopausa è un periodo fisiologico naturale della vita di ogni donna donna, che segna la fine della sua fertilità e della comparsa delle mestruazioni.

Secondo le statistiche, le donne entrano in menopausa tra i 45 e i 55 anni, e questa delicata fase della vita coincide spesso con la comparsa di alcuni sintomi e disturbi psicofisici più o meno lievi.

Tutti questi cambiamenti fisiologici, infatti, possono causare imbarazzo e disagio, dovuti soprattutto alla difficoltà con cui la maggior parte delle donne li affronta: sono ancora troppo poche quelle che riescono a parlarne serenamente con il proprio medico, finendo per tenere per sé sia i dubbi che i disturbi.

Problemi vaginali di una donna durante la menopausa

La fine del periodo di fertilità di una donna porta spesso con sé disturbi come atrofia, secchezza e infezioni ricorrenti, incontinenza urinaria femminile e lassità vaginale, ma questi sono solo alcuni dei disturbi più comuni che si riscontrano durante la menopausa. Nei prossimi paragrafi li approfondiremo nel dettaglio.

Atrofia vaginale

L’atrofia vaginale è una condizione caratterizzata dall’assottigliamento e dal rinsecchimento della parete vaginale interna a causa del calo netto degli estrogeni circolanti. Causa numerosi disturbi, come la secchezza vaginale, prurito, bruciore e dolore durante i rapporti sessuali.

Incontinenza urinaria femminile

La menopausa è anche causa di disturbi urinari, il più frequente dei quali è l’incontinenza urinaria femminile, cioè la perdita involontaria di urina. Questa problematica è causata da mutamenti ormonali tipici di questa fase della vita di una donna, che inducono modificazioni fisiologiche a carico dei tessuti connettivi della vescica e dell’uretra e, in generale, di tutte le strutture coinvolte nella minzione. Come conseguenza di questi cambiamenti strutturali, può verificarsi uno stato di lieve incontinenza urinaria, soprattutto in quelle situazioni di sforzo come uno starnuto, una risata animata, il sollevamento di un peso e così via.

incontinenza urinaria femminileLassità vaginale

La lassità è una condizione in cui la tensione delle strutture vaginali e pelviche è inferiore alla norma, che si verifica quando esse hanno perso la loro normale tonicità e resistenza. Questo fenomeno, noto anche con il nome di rilassamento vaginale, fa sì che i muscoli siano rilassati e tendenzialmente atoni, con una perdita di forza e di controllo volontario degli stessi. Nello specifico, ciò che si verifica è che il diametro interno ed esterno della vagina aumenta, mentre i muscoli del perineo si indeboliscono e perdono sostegno.

La lassità vaginale è un problema che può avere un forte impatto emotivo sulla vita di una donna, causando disagio nei rapporti interpersonali e in quelli sessuali. Tuttavia, è bene tenere presente che si tratta di un disturbo del tutto naturale a cui vanno incontro moltissime donne dopo la gravidanza o durante la menopausa e che non deve essere considerato un tabù.

Al contrario, se ne può parlare tranquillamente con il proprio medico al fine di trovare una soluzione che aiuti la paziente a recuperare piena sicurezza sia dal punto di vista fisico che emotivo e psicologico.

Infezioni Vaginali

Le infezioni vaginali possono essere un disturbo molto comune e frequente nelle donne, chiaramente non solo nel periodo della menopausa. Ci sono due principali tipi di infezioni vaginali, che si distinguono in fungine e batteriche.

  • Le infezioni fungine (a opera di funghi), sono causate dalla Candida (albicans o non albicans) e possono causare sintomi come prurito, bruciore e perdite biancastre.
  • Le infezioni di tipo batterico, invece, sono provocate da vari tipi di germi (come gardnerella, escherichia coli, ecc.) e si manifestano soprattutto con bruciore e perdite giallognolo-verdastre, più o meno maleodoranti.
  • Infine, vanno menzionate anche i casi di infezioni più rare causate da protozoi (come il Trichomonas) o da virus (come l’Herpes).

Ginecologia estetica con il progetto FEMILIFT

Il progetto FemiLift ideato da Alma Care si pone come obiettivo il benessere di tutte le donne attraverso una soluzione semplice in grado di migliorare la vita di molte.

Con l’avanzare dell’età e in particolare durante la menopausa, come abbiamo visto il tessuto vaginale perde forza e flessibilità. Ciò avviene a causa della minor produzione delle fibre di collagene, che hanno proprio questo scopo.

Attraverso la tecnologia laser CO2, FemiLift riscalda delicatamente il tessuto vaginale, e in questo modo va a contrarre le fibre esistenti e stimolare la formazione di nuovo collagene.

Con il trattamento FemiLift, che è un procedimento sicuro, non invasivo e totalmente indolore, si possono ottenere sostanziali miglioramenti della funzionalità di tutta l’area vaginale, ossia:

  • normalizzazione del flusso sanguigno
  • aumento della lubrificazione
  • aumento della resistenza immunitaria
  • miglioramento della forza e dell’elasticità delle pareti vaginali

FemiLift è un valido strumento anche per il trattamento dell’atrofia vaginale nelle pazienti oncologiche.

La laser terapia, infatti, è stata indicata come soluzione efficace per migliorare la qualità della vita delle pazienti oncologiche e contrastare disturbi come l’atrofia e l’incontinenza legati a ormonoterapia, chemioterapie e radioterapia.

Nel concreto, il trattamento laser FemiLift aiuta a ripristinare lo spessore del collagene e a riacquisire la capacità di produrre muco; gradualmente, la vagina della paziente torna ad essere elastica e lubrificata a livelli normali, come prima della malattia.

Per effettuare il trattamento viene utilizzata una sonda che, nel caso delle pazienti oncologiche, è di dimensioni inferiori rispetto alle classiche sonde per ecografie endovaginali, al fine di ridurre ulteriormente fastidio e dolore.

Sia per le donne che affrontano un tumore al seno, all’utero o all’ovaio, sia per quelle che vivono il processo naturale della menopausa, FemiLift può essere un aiuto fondamentale per migliorare la qualità della vita e ripristinare le corrette funzioni vaginali.

Prenota una consulenza nel nostro centro a Roma. Ci troviamo a Roma in via Acaia, 52.

Categorie

Archivi

Menu